GAS RADON - MODALITA' E TEMPI PER LA TRASMISSIONE DELLE RILEVAZIONI

Dettagli della notizia

REGIONE PUGLIA

RIDUZIONE DALLE ESPOSIZIONI ALLA RADIOATTIVITÀ NATURALE DERIVANTE DAL GAS RADON IN AMBIENTE CONFINATO

La Legge Regionale 3 Novembre 2016 n. 30 "Norme in materia di riduzione dalle esposizioni alla radioattività naturale derivante dal gas radon in ambiente confinato", così come modificata dall'art. 25 dalla Legge Regionale 36/2017 del 09/08/2017 (BURP n. 96 del 11/08/2017), prescrive la misura di radon per tutti i luoghi accessibili al pubblico, indipendentemente dalla loro localizzazione, su tutto il territorio regionale.

Per gli edifici strategici di cui al D.M. 14.01.2008 e destinati all'istruzione, compresi gli asili nido e le scuole materne, il livello limite di riferimento per concentrazione di attività di gas radon in ambiente chiuso, e in tutti i locali dell’immobile interessato, non può superare i 300 Bq/mc, misurato con strumentazione passiva.
Per gli interrati, seminterrati e locali a piano terra degli edifici diversi da quelli sopra specificati, e aperti al pubblico, con esclusione dei residenziali e dei vani tecnici isolati al servizio di impianti a rete, il livello limite di riferimento per concentrazione di attività di gas radon in ambiente chiuso non può superare 300 Bq/mc, misurato con strumentazione passiva. Sono esentati dagli obblighi di misurazione i locali a piano terra con superfice non superiore a 20 mq, salvo che in virtù di collegamento strutturale con altri locali non derivi il superamento del limite dimensionale previsto per l’esenzione, purché dotati di adeguata ventilazione.

Gli esercenti delle attività con locali aperti al pubblico (tra queste sono comprese tutte le attività commerciali, quali esercizi di vendita di qualsiasi tipo come negozi, botteghe, bar, ristoranti, panifici, biscottifici, pizzerie, caseifici; attività ricettive, quali alberghi, B&B, affittacamere, residence, agriturismi; attività artigianali e non, quali acconciatori, estetisti, palestre, studi dentistici, medici, fisioterapici, altre attività quali sale giochi e sale da ballo, oltre a officine meccaniche con aree non delimitate che siano accessibili al pubblico, avrebbero dovuto avviare, entro e non oltre novanta giorni dalla data di entrata in vigore della L.R. (11/08/2017), le misurazioni sul livello di concentrazione di attività del gas radon da svolgere su base annuale suddiviso in due distinti semestri (primavera-estate e autunno inverno) e a trasmettere gli esiti entro un mese dalla conclusione del rilevamento al comune e all’ARPA Puglia sede di Lecce.
Si rende noto che, in caso di mancata trasmissione delle misurazioni entro diciotto mesi dalla data di entrata in vigore della predetta Legge Regionale (vale a dire entro il 10 febbraio 2019), il comune è obbligato ad intimare con ordinanza la trasmissione delle misurazioni svolte, concedendo un termine non superiore a trenta giorni, la cui eventuale e infruttuosa scadenza comporta la sospensione per dettato di legge della certificazione di agibilità.
Le predette attività di monitoraggio, su base annua e suddivise in due semestri, devono essere ripetute, a pena di sospensione della certificazione di agibilità, ogni cinque anni dall’ultimo monitoraggio.
Dato che la mancata certificazione dei livelli di gas radon nelle attività commerciali ed artigianali, potrebbe portare alla chiusura delle attività è necessario che, qualora non l’abbiano già fatto, tutti gli esercenti si adoperino quanto prima per l’affidamento del servizio di installazione dei rilevatori passivi di gas radon e a trasmettere i risultati al Comune ed all’ARPA quanto prima possibile.
Per ulteriori informazioni in merito rivolgersi:
- Arch . Giuseppe Russo, Responsabile Ufficio Tecnico, 0836/813003 - ufficio.tecnico@comune.giurdignano.le.it;
- Dr. Cosimo Santoro, Responsabile Serv. Amm.vo e Polizia Municipale, 0836/813003, poliziamunicipale@comune.giurdignano.le.it .

IL SINDACO
Avv. Monica Laura Gravante

 

Direttiva per la qualità dei servizi on line e la misurazione della soddisfazione degli utenti

Hai trovato utile, completa e corretta l'informazione?
  • 1 - COMPLETAMENTE IN DISACCORDO
  • 2 - IN DISACCORDO
  • 3 - POCO D'ACCORDO
  • 4 - ABBASTANZA D'ACCORDO
  • 5 - D'ACCORDO
  • 6 - COMPLETAMENTE D'ACCORDO